© Oltre2

il guardiano dell' antro ctonio


Recensione di Antonio Esposito

Alla base di ogni foto c'è sempre un "Tema" prefissato, poi segue la "Tecnica", la "Composizione", la "Creatività" e la "Forza del soggetto" . Fondamentalmente questo scatto da libero sfogo alle grandi risorse culturali possedute dall' autore sul concetto del " il guardiano dell' antro ctonio". Quando si hanno queste potenzialità, occorre dare loro opportunità di esprimersi e, l' autore ha sapientemente usato la fotocamera e la bravura della conoscenza della Post Produzione per giungere ad una foto di grande comunicazione. Dunque trattasi di foto concettuale prima pensata e poi realizzata quindi è da apprezzare: il "Come" ha estetizzato il concetto e creato la foto; "Cosa" ha fotografato e il " Perché". Il "Perché" lo facciamo dire dall' autore stesso: - Ctonio è ciò che è legato alla terra e celato nel suo profondo.Ho rappresentato il guardiano dell' antro ctonio, in cui ci sono (secondo la mitologia) divinità che rappresentano forze sismiche e vulcaniche. Rapportando l'antro, a livello simbolico, all' inconscio più profondo, queste entità rappresentano i nostri aspetti occulti, rimossi, che ci condizionano l' esistenza. Il guardiano "inquietante" è la nostra paura... ad entrare per conoscerli." Personalmente posso solo aggiungere che è Mostruosamente bella. Ottima rappresentazione visiva del mito. Il colore seppiato rimanda al colore della terra nel vero senso della parola ..donando ancora più credibilità all' entità mostruosa. La specularità perfetta denota una elevata capacità di osservazione del soggetto catturato che insieme alla padronanza della macchina fotografica utilizzata e alla PP, ha fatto un lavoro impressionante di grande creatività.

Reviewed by Antonio Esposito

translated by Luca Fecarotta

Behind every photo there is always a predetermined “Theme/Topic", then follow the "Technique", the "Composition", the "Creativity" and "Strength of the subject.” Basically this shot give free reign to the great cultural resources possessed by the author on the concept of "the guardian of the chthonian cave”. When you have these potentialities, it is necessary to give them opportunities to express themselves and, the author has skillfully used the camera and the skill of the knowledge of post production to achieve a picture of great communication. Concerning of conceptual photo first thought and then realized therefore must to be appreciated “How" he has aestheticised the concept and created the picture; “What” he has photographed and "Why”. We leave the explanation of the “Why” to the author himself: - chthonic is what is bound to the earth and hidden in its depths. I represented the guardian of the chthonian cave, in which are (according to mythology) divinities that represent seismic and volcanic forces. Relating the cave, on a symbolic level, to the deepest unconscious, these entities represent our occult aspects, removed, that influence our existence. The “disturbing”Guardian is our fear... to enter to know them. - Personally I can only add that it is Monstrously beautiful. Excellent visual representation of the myth. The sepia color remind the actual color of the earth... giving even more credibility to monstrous entity.The perfect specularity denotes a high ability of observation of the subject captured that together with the mastery of the camera used and the PP, make an impressive work of great creativity. CONGRATULATIONS


Seguici anche sul gruppo di Facebook 

Follow us on Facebook group

o su Flickr 

or Flickr

vieni anche a visitare la nostra pagina su Facebook

also come to visit our page on Facebook

siamo anche su Twitter

we are also on Twitter


©GrefMultimedia


Ricerca personalizzata

© 2019   Creato da Rosario Sarno.   Tecnologia/

Badge  |  Segnala un problema/Report an Issue  |  Termini del servizio